Uncategorized

  • Travel,  Uncategorized

    Saranno 48 ore bellissime

    Comincia con questa frase “saranno 48 ore bellissime” la mia gita fuori porta a Londra Ne valeva la pena? Si E’ fattibile? Si Lo rifarei? Si, anche domattina Premessa d’obbligo, non era la mia prima volta a Londra, nemmeno la seconda, nemmeno la quinta, Londra per me è casa, ne ho già scritto qualche anno fa qui, è quel posto nel mondo dove mi sento ok, dove non sento la stanchezza e nemmeno il freddo Ma quindi cosa si fa in due giorni a Londra? E poi si cammina, si respira l’aria al sapore di Curry, si sbircia nei mercati, nelle food hall, si costeggia il Tamigi lungo l’embankment, se…

  • A Lisbona splende sempre il sole
    Travel,  Uncategorized

    Lisbona, 366 ricette di Baccalà e 300 giorni di sole

    A Lisbona splende sempre il sole, e si mangia solo Baccalà, e invece per noi 4 giorni a Lisbona con la pioggia e senza baccalà Quando arriviamo nel tardo pomeriggio la città ci accoglie con un bel vento caldo, decidiamo quindi di fare due passi in centro in attesa della cena; ci accorgiamo subito che quando dicono che a Lisbona ci vogliono gambe e fiato buono, non mentono, le salite sono spesso ripide e le discese mai abbastanza. Incrociamo per caso la famosa Pink Street, decisamente affollata in orario aperitivo e con dei rimandi nemmeno troppo velati alla street culture anglosassone. La mattina dopo comincia la nostra vacanza sotto la…

  • due passi sotto casa,  Travel,  Uncategorized

    Le Vele a Viareggio

    In quanti di voi associano a Viareggio il disegno delle vele spiegate al vento? La vocazione di Viareggio per la nautica risale alla prima metà dell’ottocento, grazie a Maria Luisa di Borbone che intuì il potenziale del territorio e fece costruire quella che ora si chiama “Darsena Lucca” così da dare l’opportunità alla città di avere oltre a valorosi marinai anche notevoli costruttori navali. Maria Luisa, stilò anche un regolamento per la concessione delle patenti di navigazione e dei brevetti, ma cosa più importante, creò la cassa della marina mercantile, un fondo pensione che tutelasse chi per raggiunti limiti d’età non poteva più navigare. Cosa rende così famosi i bastimenti…

  • due passi sotto casa,  Senza categoria,  Travel,  Uncategorized

    La Pineta di Levante

    Viareggio è il mare. Viareggio è il Carnevale. In quanti di voi sanno che Viareggio è anche la Pineta? Pineta di Ponente e Pineta di Levante. Due parchi cittadini incastonati come Central Park a New York City. Questa volta vi parlerò della Pineta di Levante, ultimo scampolo di terra del Parco di Migliarino-San Rossore. Viareggio verde, come mai? Viareggio, come già raccontato nelle puntate precedenti, nasce come terra di confino per i carcerati lucchesi, è una terra paludosa e poco attraente l’unico suo punto di forza è il mare, finché un tale dal veneto, Zendrini il suo cognome, decise di arginare la palude e bonificare l’area vicina a quella che…

  • due passi sotto casa,  Travel,  Uncategorized

    La Passeggiata

    Quando prende vita, la Passeggiata si sviluppa fino all'odierna Piazza Mazzini dove si trovava una grotta artificiale che segnava la fine della città costruita e dava inizio "ai poggioni", le dune naturali date dalla sabbia e dal mare. Da lì in avanti, solo la natura.

  • Viareggio due passi sotto casa
    due passi sotto casa,  Travel,  Uncategorized

    Viareggio, due passi sotto casa

    Viareggio è la città dove sono nata e cresciuta e che ho scelto come Casa. “Viareggio, due passi sotto casa” nasce con l’intento di farvi conoscere qualcosa della mia città e dintorni che esca dal solito schema Mare-Passeggiata-Carnevale. La perla del Tirreno, conosciuta da tutti per il mare e il Carnevale custodisce segreti e storie che vale la pena raccontare. Perché non cominciare proprio ora che siamo fermi come augurio che si possano fare prima possibile due passi sotto casa con occhi nuovi. Viareggio, esiste già come territorio prima del 1600, era lo sbocco sul mare della città di Lucca, diventa città vera e propria solo nel 1820 grazie a…

  • Uncategorized

    Vivi

    Il 2018 è stato un anno veramente difficile, doloroso, lungo e triste.  Nonostante tutto io e Flavio abbiamo ballato di notte a South Kensington, abbiamo guardato il tramonto tenendoci la mano e abbiamo riso insieme e da soli.  Per questo quando il 2019 è iniziato mi sono ripromessa di scrivere le volte in cui sarei stata felice, di quella felicità che spesso spaventa e stranamente pensiamo di non meritarla.