Il mio viaggio in Argentina #4

vista del canale di beagle

Vista del canale  di Beagle

Arrivare alla fine del Mondo?

Fatto!

Là dove le previsioni meteo non esistono, i taxi sono Panda 750 senza sedili e il mare è perennemente arrabbiato noi ci siamo stati.

Arrivati con un traghetto in una giornata primaverile, abbiamo alloggiato in un albergo stupendo con vista sul canale di Beagle.

Ok, perfetto, WOW e doppio WOW.

Il punto più a Sud del mondo è così esteso da sembrare senza limiti né confini.

Dopo una cena con vista sul canale e sull’improvvisa tormenta di neve, la mattina dopo riposatissimi partiamo per l’escursione all’Estancia Harberton; ovviamente escursione in barca (un’altra e ancora l’asticella più in alto). Il panorama attraversato ha ripagato tutte le mie ansie e paure, fra l’Argentina e il Cile, leoni marini, cormorani e i fidi pinguini ci hanno tenuto compagnia fino all’attracco dell’Estancia.

cormorani.jpg

Cormorani

La storia di questa azienda agricola è pazzesca, fondata alla fine del 1800 da un Missionario anglicano inglese e da sua moglie che decisero di trasferirsi in questo angolo di terra nonostante la lontananza dalla civiltà e le difficoltà oggettive di vivere e creare un’impresa in questa zona.  E ci sono riusciti, tanto che dal 1999 questa Estancia è stata dichiarata Monumento Storico per l’Argentina; oggi è gestita dai pronipoti di Mr. Bridges, uno dei quali ci ha fatto scoprire gli angoli più nascosti della proprietà: la capanna dove tosavano le pecore, quella dove costruivano le barche con le quali attraversavano il canale per raggiungere Ushuaia, la sala del tè dove si può sorseggiare ancora oggi circondati da foto che testimoniano lo stretto legame che Mr bridges riuscì ad instaurare con i nativi e infine il giardino della nonna- altro WOW- che i nipoti ancora oggi continuano a curare. Accanto all’azienda negli anni si è sviluppato anche un centro di ricerca di mammiferi australi che comprende più di 5000 scheletri fra delfini, volatili e altre specie marine e aiuta gli studiosi a capire e conoscere queste specie e le loro migrazioni.

estancia harberton.jpg

Estancia Harberton

il giardino della sig.ra Bridges

Il giardino della Sig.ra Bridges

 

Dopo un tipico  pranzo argentino a base di empanadas, zuppe e asado guardando la baia e le montagne circostanti, abbiamo fatto ritorno verso la città con l’Autobus.

“Ah si poteva raggiungere anche via terra???????”

 

Alla prossima puntata!!!

 

Tag:, , , , , ,

About ilfantasticomondodimari

Trentenne bilancina per niente equilibrata, divisa tra le sue tre anime Marilù, Mary e Marialuisa che si scontrano perennemente fra la voglia d’avventura di una, l’ambizione di una vita all ’interno di una Spa extralusso dell’altra e l’attrazione unica verso il divano dell’ultima, riescono a non litigare solo alla vista del mare, interminabile fonte di ispirazione.

2 responses to “Il mio viaggio in Argentina #4”

  1. Nata (S)figa(ta) says :

    Ci è stata anche una mia amica in viaggio di nozze in Argentina e mi ha detto che è un paese incredibile, dai 1000 volti e dai 1000 climi. Deve essere davvero un sogno.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: